Sito web di notizie tecnologiche e videogames.

Tesla: una delle più grandi batterie del mondo in Australia

Logo Tesla
0

Tesla progetta la costruzione di una grande batteria, in Australia del Sud, in modo da evitare black-out e carenze di energia. Dovrà essere realizzata in 100 giorni e il conto alla rovescia è iniziato il 30 settembre, dopo che il progetto è stato approvato. Se Tesla mancasse la scadenza perderebbe circa 50 milioni di dollari.

Tesla: una delle più grandi batterie del mondo in Australia
Tesla

Com’è nata l’idea?

Tutto è nato da una scommessa tra il capo di Tesla Elon Musk e l’imprenditore australiano Mike Cannon-Brookes.

Il contratto è stato firmato e la costruzione è in corso nel sito di quello che sarà una delle più grandi installazioni di batterie al mondo.

Tesla ha firmato un accordo con il governo Australiano per la costruzione, dopo che il black-out dello scorso anno, lasciò 1,7 milioni di persone senza elettricità.

L’interruzione è stata causata da una protezione troppo sensibile dei meccanismi di alcune centrali eoliche in Australia meridionale.

E, naturalmente, non vi era alcuna capacità di stoccaggio di energia sufficiente.

I dettagli della batteria

Quasi la metà della capacità prevista è già in loco, secondo Musk.

Il sistema di batterie Powerpack da 100 MW / 129 MWh, sarà collegato al fornitore di energia da fonti rinnovabili Neoen e caricherà dalla sua Hornsdale Wind Farm nello stato.

Il sistema di stoccaggio sarà in grado di fornire energia per più di 30.000 case.

Allo stesso tempo, la società sta installando sistemi di archiviazione energetica individuali, i Tesla Powerwall, in tutta l’Australia.

La società francese Neoen inoltre, costruirà un parco eolico accanto alla batteria.

Tesla: una delle più grandi batterie del mondo in Australia
Powerpack Tesla

Tesla e la batteria

Tesla ha vinto la gara per l’installazione nel mese di luglio e ora i lavori sono in pista per realizzarlo in due mesi, causa perdita di 50 milioni di dollari dell’azienda.

La realizzazione coinciderà con l’inizio della stagione estiva in Australia, quando ci sarà una forte domanda di elettricità.

Verrà realizzato un sistema di storage energetico a griglia che:

  • sarà sostenibile
  • contribuirà anche ad evitare le carenze elettriche
  • ridurrà il numero di intermittenze
  • gestirà il carico di picco diurno per migliorare l’affidabilità dell’infrastruttura elettrica nel sud australiano.

AES nel suo centro di energia Alamitos, possiede un sistema di stoccaggio persino maggiore, da 100 MW / 400 MWh oltre ad un impianto a gas.

fonte: fonte1 fonte2

Commenti