Sito web di notizie tecnologiche e videogames.

Spectre e Meltdown: tutto quello che c’è da sapere

1

Oggi siamo sempre più preoccupati della sicurezza relativa alle informazioni contenute nei nostri devices che ci riguardano.

La privacy è compromessa dal continuo spionaggio ai fini di marketing di cui siamo bersaglio. Una nuova minaccia ha colpito recentemente la riservatezza e la sicurezza dei nostri Pc, smarphone e più in generale di ogni device contenente un microprocessore. Si tratta di due bug che prendono il nome di Spectre e Meltdown e sfruttano una caratteristica comune alla stragrande maggioranza dei microprocessori, ma entriamo nel dettaglio…

Come funzionano?

Spectre e Meltdown: tutto quello che c'è da sapere

Come abbiamo detto il problema è di portata globale e riguarda la stragrande maggioranza dei microprocessori prodotti negli ultimi vent’anni, siano essi AMD o Intel. I bug possono colpire non solo Pc ma anche smartphone, tablet e qualsiasi device contenente un microprocessore.

Spectre e meltdown sfruttano la “Speculative execution”, la speculazione esecutiva dei microprocessori. Un sistema calcolatore sfrutta la sua potenza di calcolo quando ce n’è bisogno, quando quindi le sue periferiche richiedono le informazioni, la speculative execution, detto in parole semplici, anticipa queste richieste, mettendo a disposizione dei dati al sistema che hanno una buona probabilità di essere richiesti.

Questo però fa si che in quel “lasso di tempo” il sistema metta a disposizione dati sensibili, quali potrebbero essere passwords, chiavi di criptografia o comunque dati che non dovrebbero essere divulgati.

I Bug si “Infilano” in quello spazio di memoria rubando i dati.

 

Come difendersi e non correre rischi:

La preoccupazione delle maggiori aziende è subito andata a risolversi: Microsoft ha immediatamente rilasciato un aggiornamento (KB4056892) per Windows 10 e poco dopo per Windows 7.

“Siamo a conoscenza del problema su scala industriale e stiamo lavorando a stretto contatto con i produttori di chip per sviluppare e testare soluzioni per proteggere i nostri clienti. Stiamo per installare soluzioni di mitigazione nei servizi cloud e abbiamo pubblicato anche aggiornamenti di sicurezza per proteggere gli utenti Windows dalle vulnerabilità che coinvolgono i chip di Intel, ARM e AMD. Non abbiamo ricevuto alcuna evidenza che indichi che queste vulnerabilità siano state usate per attaccare i nostri clienti”.

Google ha dichiarato che i dispositivi aggiornati con le ultime versioni android saranno al sicuro.

Apple stessa ha rilasciato aggiornamenti specifici contro la nuova minaccia.

Tirando le somme possiamo concludere che avere dei devices aggiornati ci tiene al sicuro da Spectre e Meltdown.

Spectre e Meltdown: tutto quello che c'è da sapere

Tutti gli aggiornamenti avranno però un risvolto negativo sulle prestazioni delle Cpu:

Bisogna però specificare che tutti i suddetti aggiornamenti, che ci mettono al sicuro dai Bug, saranno rivolti ad inibire alcuni meccanismi di speculative execution. 

Questo vorrà dire che avremo un leggero calo sulle performance dei processori. Difficile stabilire l’entità di questo calo, il tutto dovrebbe ridursi a qualche punto percentuale ma solo il tempo potrà dirlo.

Commenti