Sito web di notizie tecnologiche e videogames.

Sockbot: il virus d’innocua apparenza

1

Recentemente sono state scovate varie app contente un virus denominato Sockbot.

Questo non è il primo caso di rimozione malware che hanno infettato l’ormai popolatissimo store di casa Google

Approfondimento:

Sockbot: il virus d'innocua apparenza

Google ha rimosso otto applicazioni dal Play Store, poiché infette dal malware Sockbot. Ciò è stato constatato dai ricercatori di Symantec, queste applicazioni si presentano come skin player per Minecraft Pocket Edition.

Le otto applicazioni disponevano di un totale di installazione che varia da 600.000 a 2.6 milioni.

Tutti sono stati sviluppati dallo stesso sviluppatore, passando per il nome di FunBaster. Google ha rimosso le applicazioni sia dal proprio store che dai cellulari dei propri utenti.

Sockbot: il virus d'innocua apparenza

Funzionamento del Sockbot:

Il nome del malware, deriva dal proprio funzionamento poichè non appena viene installato avvia un proxy SOCKS su tutti i dispositivi infetti.

Sebbene i ricercatori di Symantec trovassero che i dispositivi infetti ricessero dati relativi agli annunci, tendono a sottolineare il fatto che l’autore del malware avrebbe potuto facilmente modificare le conoseguenze in qualsiasi momento e utilizzare il Sockbot per scopi dannosi o per eseguire attacchi DDoS.

Sockbot: il virus d'innocua apparenza

Conclusione:

Un altro caso del genere lo si è visto con GhostClicker, un malware dello stesso tipo che ha trovato la sua diffusione in circa 340 App.

Cosa pensate di ciò, mamma Google dovrebbe prestare più attenzione per ogni minima applicazione? Diteci la vostra nei commenti!

Stay tech!

Fonte: BleepingComputer

Leggi anche: Nubia Z17s e Z17miniS Pronti a debuttare

Vaporwave, le migliori applicazioni

Ataribox sarà lanciata nel periodo primaverile e costerà $275

Samsung HMD odyssey: VR per Windows 10

Commodore 64 mini: accendete i ricordi

Commenti