0


La cantante Rammstein Till Lindemann allo Stadium MK di Milton Keynes

RAMMSTEIN: Singer Till Lindemann ha portato il fattore shock a Milton Keynes (Foto JENS KOCH)

I padroni del metal industriale tedesco Rammstein non sono estranei a fare le cose a modo loro – forse uno dei motivi per cui il gruppo è diventato il gruppo di lingua tedesca di maggior successo a venire fuori dal paese.

Dopo il successo del loro omonimo album d'esordio – la prima uscita dalla band di Berlino in dieci anni – Rammstein ha suonato sabato sera a Milton Keynes per il loro concerto di rimonta.

Una band che mescola la lingua in umorismo sfacciato a pareti bollose di suoni e argomenti contemporanei, a volte spigolosi, il nuovo album mette in mostra una presa leggermente più accessibile, pop-up sul loro distopico, pericoloso suono.

Ma evidente dal loro spettacolo principale allo Stadium MK, lo shock rock factor è ancora forte all'interno della band composta da cinque elementi, con un'espressione pirotecnica e uno show di pantomime che li separa dal branco come una delle più emozionanti esperienze live della musica.

Non c'è davvero niente come un concerto dei Rammstein: più di due ore di riff di tour de force, battiti di vapore e abbastanza teatrali teatrali pirotecnici da far venire le sopracciglia.

Il loro spettacolo più recente nel Regno Unito si è alzato in piedi come una performance memorabile che ha mantenuto la vecchia guardia incrollabile e ha entusiasmato i nuovi fan placati in egual misura.

Si sono persino incendiati l'un l'altro nelle loro avventure di alto numero di ottani, con la colonna sonora di elettronica tagliente e metallo industriale.

Rammstein a Milton Keynes

FEUER FREI: Sono solo io, o si sta facendo un po 'caldo qui dentro? (Foto JENS KOCH)

La scenografia della band nello stadio da 30.500 spettatori è stata un'istantanea di una visione polverosa e folle di un mondo distopico.

Torri in decomposizione, costumi tagliuzzati e un palcoscenico che sembrava essere stato recuperato da parti di astronavi, Rammstein è atterrato in MK con uno scossone d'argilla, scoppiettante.

Eravamo lì e la terra sembrava tremare ad ogni ritmo di batteria, riff di synth e assolo di chitarra.

Rammstein è passato attraverso una serie di nuovi brani e classici della vecchia scuola, venati con il loro tocco distopico sul metal industriale, con il basso e la batteria rimasti potenti come frontman Till Lindemann – schiaffeggiandosi magistralmente la coscia mentre faceva headbang con ritmi affilati come rasoi – ha comandato la folla , le sue voci profonde rombano attraverso lo stadio con un fragoroso ruggito.

Ad un certo punto, durante Puppe (Doll), una carrozzina è stata spinta fuori con una telecamera all'interno, offrendo una prospettiva in prima persona della folla. Ma la carrozzina è infuocata, con una nuova angolazione della telecamera che mostra un bambino alieno in fiamme che urla come scoppi di tamburi, battiti ritmati e accordi altissimi, preannunciando l'arrivo di nuvole di coriandoli neri che coprono la folla.

Tuttavia, questo era solo un assaggio delle delizie pirotecniche visive che attendono la folla.

Una band che non ha mai avuto paura di portare OTT al livello successivo, durante Mein Teil (My Part), il frontman ha montato un calderone fumante sul palco – con il povero tastierista Flake Lorenz intrappolato al suo interno.

Il tastierista dei Rammstein, Christian "Flake" Lorenz

GOLDEN BOY: Il tastierista Christian "Flake" Lorenz fa il suo dovere sul palco (Foto JENS KOCH)

Le cose si sono scaldate quando Till ha cominciato a torciare la vasca con un lanciafiamme – solo per spingerlo oltre facendo esplodere il tastierista con quello che può essere descritto come un mini serbatoio lanciafiamme, la folla sbalordita di gioia mentre getti di fuoco attraversano il palco mentre rossi e riflettori bianchi a cascata da sinistra a destra.

Altre tracce del nuovo album della band erano evidentemente diventate nuove preferite – incluso il riff heavy Ausländer (Foreigner).

La sega radiofonica che uccide riff thrash e synth pulsanti pulsa la folla alla sottomissione.

Spiccano le tracce di Deutschland – sostenute da un remix caratterizzato da ritmi techno industriali e basse frequenze pulsanti – hanno visto la band vestirsi con costumi a strisce fluorescenti, prima di lanciarsi in pieno

versione della canzone, è un inno, voce in ascesa e intricate top line che guadagnano un'enorme ondata di apprezzamento dalla folla.

Ma un momento di spicco si manifestò sotto forma di una pista sempreverde Du Hast (You Have), con ancora fiamme alimentate a razzo tra la folla, mentre enormi getti di fuoco rombavano nel cielo, mentre la forza inquietante e rantolante della pista, e la sua coinvolgente melodia di synth, ha tenuto i fan scivolanti dall'inizio alla fine.

Nel frattempo un altro pubblico più gradito, il lento risveglio dell'opera, Sonne (Sun) ha offerto alla folla l'opportunità di cantare insieme ad una delle canzoni più sperimentali di Rammstein.

C'era tempo anche per alcune ballate; 'Ohne Dich' (senza di te) ha portato una lirica operistica, black metal, nei procedimenti.

Melodie discordanti, malinconiche e chitarra elettrica acustica che forniscono una zavorra per la voce tesa del cuore di Till.

Durante l'encore, la band ha suonato una versione pianistica del terzo album Engel (Angel) su una piattaforma separata in mezzo alla folla, prima di tornare sul palco su tre gommoni, alimentati dall'energia cinetica della folla sotto.

Se c'è una cosa di cui puoi essere sicuro con un concerto dei Rammstein – o addirittura registrare – la band non ha paura di rischiare e di sorprendere i fan, senza prendersi troppo sul serio.

Come detto prima, questa band tedesca di potenza è, dopo 25 anni, ancora facendo le cose a modo suo (il membro fondatore della band ha iniziato mentre fuggiva dalla morsa della Stasi nella Germania dell'Est).

E come al solito, Rammstein continua ad andare controcorrente, facendo esattamente ciò che non ci si aspetta da loro.



VIA

Mirko Genovese
Mirko Genovese è nato a Palermo il 27 ottobre 1991. Appassionato di tecnologia e computer, consegue il diploma presso l’istituto tecnico commerciale “Libero Grassi”.

Le offerte per il manuale Apple I 'Extremely Rare' del 1976 raggiungono quasi $ 10.000 all'asta

Previous article

Il rendering di Pixel 4 rivela la parte anteriore del telefono, configurazione tripla della fotocamera posteriore

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Musica