0

Non c’è nuovo iPhone senza nuovo Gate, dagli iPhone 4 che perdevano il segnale, al 5 con la vernice che si staccava al 6 Plus che si piegava fino all’iPhone 8. Questa volta tocca alla batteria.

Non tutto è perfetto, soprattutto in casa Apple negli ultimi anni.

In Cina i nuovi iPhone sono disponibili solamente da una settimana, eppure il primo caso arriva così presto proprio da li. La signora Wu ha comprato un iPhone 8 Plus rose gold da 64 gb che inizialmente non ha dato nessun problema.

Dopo cinque giorni dall’acquisto, la donna ha collegato il proprio iPhone (la batteria si trovava al 70%)  al caricatore con il cavo, entrambi nuovi, quindi appena usciti dalla scatola di iPhone. Dopo tre minuti di carica ha visto che il pannello anteriore si era gonfiato dividendo in due il dispositivo, dunque ha subito staccato il caricatore temendo potesse scoppiare un incendio.

Explosion Gate o iPhone 8 difettoso?

Alcuni media stanno riportando la notizia aggiungendo che si tratta di un’esplosione, ma dalle foto non c’è nessun segno di bruciatura.

Inoltre ulteriori indagini hanno confermato che il caricatore usato non era originale, ma di terza parti, nonostante la stessa donna inizialmente aveva confermato fosse originale.

La batteria gonfia ha causato l'apertura del dispoitivo

I media sanno che quando si tratta di iPhone la gente tende a far diventare una notizia del genere virale, infatti nelle ultime ore in rete si parla solo di questo.

Il device della signora Wu è stato mandato ad Apple per capire se il rigonfiamento è stato effettivamente causato dal caricatore di terze parti o se c’è qualcos’altro sotto.

In ogni caso aspettiamo la risposta di Apple riguardo alla vicenda.

Fonte

Mirko Genovese
Mirko Genovese è nato a Palermo il 27 ottobre 1991. Appassionato di tecnologia e computer, consegue il diploma presso l’istituto tecnico commerciale “Libero Grassi”.

Super Mario Run: “Remix 10” porta una ventata d’aria fresca al titolo

Previous article

Commodore 64 mini: accendete i ricordi

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Tech