Sito web di notizie tecnologiche e videogames.

Gamestop annuncia la sospensione del servizio “PowerPass”

1

Il PowerPass, nuovo servizio di GameStop che doveva partire Domenica 19 Novembre, è stato sospeso per motivi ancora non chiari.

Il lancio del nuovo servizio di GameStop, il “PowerPass“, era fissato per il 19 novembre negli Stati Uniti. Tuttavia, con un comunicato stampa, la settimana scorsa GameStop ha annunciato che il servizio non partirà.

Un comunicato stampa di GameStop annuncia la sospensione del “PowerPass”

Gamestop annuncia la sospensione del servizio "PowerPass"

 Al momento non si sa quale sia stata la ragione della sospensione, ma ecco quanto ha riportato un portavoce di GameStop Usa:

“Abbiamo sospeso momentaneamente e a tempo indeterminato l’attivazione dell’abbonamento Power Pass a causa di alcune limitazioni riscontrate. Gli abbonati possono portare indietro il pass e saranno risarciti con il rimborso e un gioco gratis.”

Secondo alcune voci di corridoio, il servizio sarebbe stato sospeso poiché alcuni computer sarebbero troppo obsoleti per sostenere un continuo noleggio di giochi, quindi ad oggi sarebbe impossibile attivare tale servizio. Queste voci non sono comunque state confermate da GameStop.

Cos’era il PowerPass?

Il Power Pass permetteva a tutti gli utenti che si abbonavano al servizio di noleggiare (uno alla volta, si intende) tutti i videogiochi usati presenti in negozio. L’abbonamento al servizio aveva un costo di 60 dollari e una durata di sei mesi. Alla fine dell’abbonamento, l’utente poteva tenere gratuitamente l’ultimo gioco noleggiato.

Al momento il servizio sarebbe stato valido solo negli Stati Uniti, ma GameStop non ha mai confermato o negato di volerlo estendere anche in Europa.

Il Power Pass era stato lanciato alla fine del mese scorso, ma già dall’inizio dell’anno la stessa GameStop aveva annunciato un servizio simile. Le adesioni al servizio avevano già raggiunto un numero cospicuo.

Al momento GameStop non ha detto se reinserirà il servizio o lo cancellerà definitivamente. Non ci resta quindi che attendere.

Fonte.

Commenti