Sito web di notizie tecnologiche e videogames.

Call of Duty: WWII, le prime impressioni

1

Il nuovo masterpiece della guerra, Call of Duty: WWII ha fatto il suo debutto mondiale venerdì 3 Novembre. Vediamo cosa offre il tanto atteso capitolo di CoD.

Call of Duty: WWII, dalla storia agli zombie

La saga di Call of Duty è una delle più famose ed intrattenitive al mondo. Sembra che quest’ultimo capitolo possa risollevare le sorti del titolo, dato che l’esperienza futurista degli ultimi anni non è stata così tanto apprezzata.

Il nuovo Call of Duty: WWII raccoglie le 3 classiche modalità:

  • la campagna single-player, incentrata sulla Seconda Guerra Mondiale;
  • il multiplayer online ricco di novità rispetto ai precedenti;
  • l’eterna lotta contro i Nazi Zombie.

CoD conosce bene il suo pubblico, le diverse modalità accontentano tutti gli utenti. Non a caso è tra i titoli più venduti da sempre nel suo genere.

Questo titolo suona come un ritorno alle origini, alla guerra che i primi capitoli ci avevano abituato. Si è lavorato molto sul movimento del personaggio, più lento e realistico, così come sulla creazione delle ambientazioni. I suoni sono fedeli alla ricostruzione dell’ambiente durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale. Un’attenzione dedicata anche alle singole armi, con le proprie caratteristiche ed animazioni d’utilizzo.

La campagna

Nella campagna, che inizia dallo sbarco in Normandia, saremo il soldato Daniels, accompagnato da un’unità dell’esercito. La trama si ispira ovviamente alle vicende della guerra, anche se saranno presenti delle sfumature. L’esperienza sarà condita da numerose cinematic che renderanno maestosa l’esperienza di gioco. Non mancheranno le battaglie tra carri armati, le missioni aeree e le sessioni di sniping. Anche grazie ai co-direttori Glen Schofield e Michael Condrey, l’esperienza del single-player sarà di alto livello.

Call of Duty: WWII, le prime impressioni

Il multiplayer online

La modalità multiplayer online è senza dubbio la più attesa dalla stragrande maggioranza del pubblico. Inizia facendo scegliere la divisione a cui appartenere, ciascuna con proprie armi e bonus. Le modalità di gioco sono numerose, si va dal classico Deathmatch a squadre al Tutti contro Tutti, con l’aggiunta di Football. Il multiplayer ricorda quello di CoD MW2, divertente e veloce (insieme al problema dello spawn-kill). Il quartier generale sarà lo spazio in cui il giocatore potrà accettare incarichi particolari dal furiere, testare armi al poligono, anche durante la ricerca della partita. Con i lanci di rifornimento ottenuti si potranno sbloccare biglietti da visita, armi particolari e bonus PE, come dal primo CoD Black Ops.

Call of Duty: WWII, le prime impressioni
Kotaku

Tra i problemi riscontrati personalmente vi è la lunga attesa, soprattutto nelle ore serali, nelle lobby pre-partita dato l’alto traffico. Ma immagino che Activision sia già all’opera per future patch.

CoD WWII sembra abbia fatto tornare la saga agli albori ed il suo pubblico (me compreso) ringrazia.

Via

Commenti