Sito web di notizie tecnologiche e videogames.

Android Go, la build per gli smartphone economici

Tech Crunch
26

I primi telefoni Android Go hanno debuttato durante il Mobile World Congress e sembra proprio che influenzeranno il funzionamento del mondo Android.

Android Go salverà molti device di fascia bassa

Prima di iniziare chiariamo, cos’è Android (Oreo) Go?

Si tratta di una build customizzata di Android Oreo dedicata ai telefoni economici. Google aveva già annunciato l’idea l’estate scorsa, in riferimento ai device con 1GB o meno di RAM, per migliorarne l’esperienza d’utilizzo.

Android Go andrà ad occupare molto meno spazio del consueto, per salvaguardare la memoria. Inoltre Google ha rilasciato una serie di app ottimizzate (Youtube, Maps, Gmail e simili) che collaborino per il minor consumo possibile di dati. Migliorato anche il Play Store che metterà in evidenza le applicazioni adatte al proprio device.

Android Go, la build per gli smartphone economici
Nokia 1 – The Verge

Questo progetto è un grande passo avanti per l’esperienza Android. Spesso accade che gli smartphone econonomici (c.a. €100) che montano il suddetto sistema operativo, rallentino dopo mesi di utilizzo, nonostante si cerchi di limitare le applicazioni installate e lo storage. Android Go punta a superare questo ostacolo, senza promettere la stessa velocità di un top di gamma, ma garantendo fluidità e facilità di utilizzo nel tempo.

Passiamo ora ad un rapido sguardo sui primi device del caso. Al MWC sono stati presentati telefoni da vari brand, ma dalle notizie diffuse online il maggior successo lo hanno ricevuto Alcatel 1X e Nokia 1. Entrambi accomunati da 1GB di RAM e prezzo simile (€99 per il primo, €80 il secondo) hanno riscosso successo tra la folla. Gli smartphone erano testabili con le Google’s Go Edition apps, comunque funzionanti tali e quali alle standard.

Android Go, la build per gli smartphone economici
Alcatel 1X – NDTV

In chiusura, nessuno dei telefoni presentati è attualmente in vendita, i brand stanno verificando la risposta del pubblico a questa novità. Google è comunque intenzionata a mettere a disposizione la versione Android Go per ogni build Android futura.

Questa idea salverà moltissimi smartphone, impallati nonostante il corretto utilizzo, ma resta ancora da porsi una domanda: come mai non è stato proposto prima?

via Engadget
Commenti