Sito web di notizie tecnologiche e videogames.

Microsoft Education nel 2018

Immagine tratta dal sito Windows Blogs.
0

Da un bel po’ di tempo si sente ormai parlare del programma Microsoft Education.

Da quando è stato lanciato ha riscosso un modesto successo, e questa mattina la stessa compagnia di Redmond ha annunciato l’intenzione di promuoverlo lanciando nuovi prodotti.

Che cos’è Microsoft Education?

Microsoft Education nel 2018

Il programma lanciato dall’azienda di Redmond si propone come punto di riferimento per le scuole, soprattutto elementari, che hanno intenzione di portare ad un livello superiore il livello di apprendimento dei propri studenti grazie all’impiego di piattaforme tecnologiche.

In particolare l’iniziativa è volta a semplificare i processi di lettura, scrittura e comprensione ma non solo. Infatti un degli obiettivi è quello di introdurre i giovani studenti in nuovi mondi, come quello del 3D o dello STEM.

La piattaforma porta vantaggi anche ai maestri, in particolare in termini di tempo e di semplicità di gestione. Delle ricerche hanno infatti confermato che gli strumenti tecnologici migliorano la comprensione del 10%. A tal proposito il vice presidente Microsoft ha affermato quanto segue.

“La tecnologia ha il potere di sbloccare un apprendimento senza limiti”

Tuttavia un elemento che ostacola l’adozione da parte delle scuole di questi strumenti di apprendimenti è sicuramente il prezzo. Avendo a che vedere con un bilancio che non è sempre quello sperato, l’accessibilità economica è un fattore decisamente determinante. Per questo stamane sono stati annunciati alcuni prodotti a prezzo ridotto ed altri addirittura gratuiti.

Nuove macchine per nuove scuole

Al Bett show che si terrà questa settimana verranno lanciati ben 4 nuovi computer destinati al settore educazione.

Tra le case produttrici coinvolte rientrano Lenovo e JP, le quali lanceranno entrambe un portatile ed un convertibile.

Il nuovo Office 365 for Education

Sono stati annunciati anche degli aggiornamenti importanti per Office 365 for Education, piattaforma gratuita che permette agli studenti di accedere alla versione integrale di Office senza alcun costo. Tra le funzionalità proposte rientrano:

  • Integrazione di Microsoft Learning Tools, che facilita l’apprendimento a tutti gli studenti, soprattutto di chi ha maggiori difficoltà. In particolare verrà implementata la funzione di dettato che permetterà ai studenti di scrivere più facilmente utilizzando la propria voce;
  • Implementazione su OneNote Class Notebook di SIMS Capita, il registro online più utilizzato nel Regno Unito;
  • Rilascio delle applicazioni per smartphone e tablet della piattaforma Teams, che permetterà a professori ed alunni di interagire tra loro anche senza trovarsi di fronte al proprio PC;
  • Implementazione in PowerPoint di una speciale funzionalità che renderà possibile la registrazione e la successiva condivisione su Teams delle lezioni, attraverso slides, smart ink, video e narrazioni del maestro stesso;
  • Implementazione di Desmos, un set di applicazioni STEM.

Più spazio alla Mixed Reality

Un altra applicazione sulla quale l’azienda sta puntando è certamente la realtà mista, che combina realtà aumentata e virtuale. In particolare in ambito scolastico si è rivelata molto utile, poiché stimolando diverse regioni del cervello semplifica il processo di apprendimento.

Tra i vantaggi di questa realtà mista rientra anche il prezzo, che stando alle parole di Microsoft è sostenibile. Si parla di 299 dollari per un generico headset di realtà virtuale.

Infine va ricordato che tra il repertorio di prodotti dell’azienda di Redmond troviamo anche HoloLens, un sistema di realtà mista che in questo periodo sarà venduto alle scuole ad un prezzo speciale.

Microsoft Education nel 2018

Grazie alla partnership con Pearson verranno introdotte 6 nuove applicazioni, mentre grazie a WGBH sarà possibile portare il pianeta terra e tutto lo spazio nelle proprie classi grazie ad un’eccellente implementazione con la realtà mista.

L’importanza dello STEM

Una materia che sta prendendo sempre più importanza nel mondo contemporaneo è lo STEM, acronimo di Science, Technology, Engineering e Mathematics.

Come avrete capito si tratta di un percorso di studio volto a migliorare le proprie competenze in ambito scientifico.

Microsoft sembra tenere molto a questa materia, e le partnership con BBC e Lego parlano chiaro, queste discipline non verranno sicuramente trascurate.

Infine è stato annunciato anche un aggiornamento di Minecraft: Education Edition, nel quale sono stati introdotti fondamenti di chimica.

via blogs.windows.com
Commenti