Sito web di notizie tecnologiche e videogames.

Google ha introdotto ufficialmente le Instant Apps

1

Nell’evento Playtime di Google svoltosi a Berlino e San Francisco, è stata annunciata la disponibilità ufficiale delle Instant Apps nel Google Play Store.

Instant Apps, utilizzare applicazioni senza installarle

Le Instant Apps, previste da Google lo scorso anno, sono applicazioni progettate per aprirsi direttamente dal Play Store. Difatti, la loro particolarità è che non necessitano dell’installazione sul dispositivo. Queste app sono divise in piccole parti, le quali possono essere scaricate singolarmente. L’utente effettuerà il download solo delle parti di interesse del’applicazione. Gli sviluppatori hanno potuto usufruire di questa novità da un paio di mesi, per testare le proprie app con la versione istantanea. Attualmente quelle disponibili si contano sulle dita di una mano, tra cui Skyscanner e BuzzFeed, ma siamo solamente al periodo di lancio. Per provare un’Instant App basterà semplicemente cliccare sul pulsante “Prova ora” per aprirla immediatamente.

Google ha introdotto ufficialmente le Instant Apps
Le Instant Apps disponibili al momento

Google ha introdotto altre novità nel proprio Store tra cui una rinnovata home page per la scheda Games ed una nuova pagina Editor Choice (disponibile in 17 paesi). Un altro aspetto affrontato da Google durante l’evento è stata la qualità delle applicazioni. Annunciato a Maggio, Android Vitals è lo strumento che informa gli sviluppatori sulle performance delle proprie app, dando una grossa mano per futuri aggiornamenti. Secondo i dati, già il 65% degli sviluppatori usufruisce di questa feature, anche per questo Big G è pronta a disattivare le app che non rispondo ai criteri proposti da Vitals.

Infine, la società di Mountain View ha introdotto il Google Play Security Rewards Program, che incentiva la “ricerca sulla sicurezza nelle app Android più popolari”. I dati ottenuti verranno utilizzati per migliorare la sicurezza delle applicazioni ed aiutare gli sviluppatori per quelle future.

Negli ultimi tempi le principali critiche rivolte al Play Store riguardavano qualità e sicurezza. Con queste modifiche l’azienda potrebbe fare un grande passo avanti su entrambi gli aspetti.

Fonte

Commenti