Sito web di notizie tecnologiche e videogames.

Affermativo: il pugno di Mario era originariamente rivolto verso Yoshi

19

Due dei personaggi più amati e famosi di casa Nintendo: Mario e Yoshi, il piccolo dinosauro verde cavalcato dall’idraulico. Spesso si può vedere Mario con il pugno alzato mentre cavalca Yoshi, ma che significato ha quel pugno? E soprattutto, dov’era effettivamente indirizzato?

Mario e Yoshi: le origini

Tra tutti i fan della Nintendo, c’è sempre stata una disputa riguardante il gesto di Mario mentre cavalca il dinosauro: l’idraulico diceva a Yoshi di prendere qualcosa o lo stava colpendo direttamente sulla testa?

Affermativo: il pugno di Mario era originariamente rivolto verso Yoshi

A detta di Nintendo, Mario in origine stava effettivamente dando un colpo in testa al suo destriero, facendo in modo che quest’ultimo sparasse fuori la lingua dalla sorpresa.

In realtà, qualche anno fa il sito “Supper Mario Broth” ha provato a smentire la teoria sul pugno di Mario rivolto verso la testa del dinosauro verde con l’immagine che segue:

Affermativo: il pugno di Mario era originariamente rivolto verso Yoshi

L’animazione dovrebbe suggerire che Yoshi contorce il capo prima che la mano di Mario si abbatta su di lui e che di conseguenza il gesto di quest’ultimo si limiti semplicemente ad indicare su chi o cosa Yoshi debba indirizzare la sua leccata.

Le parole di Takashi Tezuka e Shigefumi Hino

In una recente intervista nel sito ufficiale di Nintendo, gli sviluppatori di vecchia data Takashi Tezuka e Shigefumi Hino hanno parlato della creazione di Super Mario World e Yoshi.

Secondo Tezuka, Shigeru Miyamoto voleva che Mario cavalcasse un cavallo.

Penso che gli piacessero i cavalli,

ha aggiunto Tezuka.

Quando stavamo realizzando Super Mario Bros. 3, ha disegnato un’immagine di Mario in groppa ad un cavallo e l’ha posizionata nel muro affianco a dove è solito sedersi. Quando l’ho vista ho pensato: “credo che voglia proprio far cavalcare qualcosa a Mario.” Quindi, durante lo sviluppo di Super Mario World, con il concetto di una “terra dei dinosauri”, ho fatto in modo che Hino disegnasse una sorta di rettile.

A questo punto Hino aggiunge:

Inizialmente l’immagine chiave che avevo in testa era quella di un cavallo, quindi, solo più avanti, son riuscito a immaginare qualcos’altro, arrivando a disegnare una creatura simile a una grossa lucertola.

Per Tezuka quella creatura somigliava troppo ad un coccodrillo, forse leggermente fuori luogo in un contesto come quello di Super Mario. Per questo il programmatore giapponese ha disegnato uno schizzo approssimativo di un personaggio più carino, sulla base del quale Hino ha poi creato Yoshi come oggi lo conosciamo.

La verità sul pugno di Mario

Molte persone pensano che mentre sta puntando il dito in avanti Mario stia dicendo “Go!”, e di conseguenza Yoshi tiri fuori la lingua.

afferma Hino,

Tuttavia, lo schema che ho disegnato si presuppone di raffigurare come il pugno di Mario sulla testa di Yoshi causi la sorpresa di quest’ultimo, che di tutta risposta spara fuori la sua lingua. In aggiunta è presente anche il suono di un “bop”. Nonostante tutto però, è sembrato che questo schema rappresentativo potesse suscitare del dispiacere nei confronti del piccolo dinosauro, ecco perché il tutto si è trasformato in un Mario che dice “Go!”.

Quest’ultima dichiarazione spiega perché ora Mario esorti semplicemente Yoshi ad andare avanti o a prendere qualcosa; in origine, però, il destriero verde di casa Nintendo doveva beccarsi lo scappellotto da Mario!

TheZine

Fonte: Kotaku

 

 

Commenti