Sito web di notizie tecnologiche e videogames.

Whatsapp bloccato in Cina!

1

Come riportato sul New York times, la cina ha bloccato la conosciutissima applicazione messaggistica WhatsApp. In questi ultimi mesi, ci sono state diverse interruzioni riguardanti l’invio di foto e video. Recentemente ciò ha colpito anche la parte messaggistica, impossibilitando gli utenti nell’uso.

Whatsapp bloccato in Cina!
Un famoso crittografo  della Symbolic Software di parigi, di nome Kobeissi, si è espresso in merito dicendo che ciò è solamente un’evoluzione di quanto successo precedentemente con i file multimediali, Poichè a quanto pare la cina avrebbe aggiornato il suo FireWall che blocca in automatico il protocollo NoiseSocket e gli HTTPS/ TLS, funzioni che aiutano l’applicazione a svolgere le sue normali azioni.

 

Whatsapp bloccato in cina! E’ giunta la fine per il continente cinese?

Oltre ciò, un’altra ipotesi è il fatto che WhatsApp avendo una crittografia end to end, ( la quale dà maggiore privacy ai propri utenti ) non permette al governo cinese di avere dettagli sull’utilizzo degli utenti, a differenza di altre applicazioni quali WeChat che ora, dopo il bandimento del protagonista dell’articolo, ha una strada spianata per il successo. Ciò, successe in passato anche con Facebook, il quale fu’ proibito e sostituito da  Colorful Ballons, già dall’ormai lontano, seppur vicino 2009. Queste interruzioni vennero notate già da luglio con l‘impossibilità di inviare e ricevere file, ma il blocco completo è arrivato mercoledì scorso.

Whatsapp bloccato in Cina!

Davvero un colpo basso quello da parte del governo cinese, nei confronti di un colosso mondiale che in questa situazione, ha preferito non pronunciarsi.

Chissà come andrà a finire questa situazione un po’ contorta, come sempre, supportateci dicendo la vostra nei commenti e continuate a seguirci!

Stay tech!

Fonte

 

Commenti