Sito web di notizie tecnologiche e videogames.

Primax: il primo visore VR 8K spunta su Kickstarter

17

Primax VR in meno di un giorno ha raggiunto i 200000$ su kickstarter, è il primo visore VR al mondo ad essere dotato di due schermi 4K. Postosi come obiettivo i 200.000 dollari, è oggi a oltre un milione. l’headset innovativo, promette di offrire una qualità visiva molto più alta rispetto gli attuali Oculus Rift HTC Vive.

Primax: La scheda tecnica

Primax: il primo visore VR 8K spunta su Kickstarter

Il dispositivo dovrebbe offrire un campo visivo molto maggiore, con un FOV (Field of View) pari a 200°, più vicini ai 220° della visione naturale dell’occhio umano. In aggiunta a ciò dovrebbe presentare una bassa latenza (15ms) e un refresh rate dei due schermi 4K pari a 90Hz.

Si parla inoltre di un design modulare, in grado di funzionare sia con accessori ufficiali, sia con nuove tecnologie implementate da terze parti.

 

Primax 5K: La variante

Gli autori del progetto hanno inoltre annunciato una variante alleggerita. Il Primax 5K presenta le stesse caratteristiche del fratello maggiore, ma è dotato di due schermi dalla risoluzione pari a 2560×1440, contro i 3840×2160 della versione top. Questa opzione è pensata per chi è meno interessato al problema del notare la presenza dei pixel durante la fruizione di contenuti VR.
Tale versione inoltre, richiede un hardware leggermente meno performante, dettaglio non indifferente: non va infatti dimenticato che è altrimenti necessario un PC in grado di far girare giochi su  due schermi 4K 90Hz.

Un ecosistema aperto

Pimax una piattaforma aperta e compatibile con Steam VR  Oculus VR, e l’SDK contenente gli strumenti per lo sviluppo è disponibile pubblicamente. Annunciata inoltre la compatibilità con oltre 1700 tra giochi e video sulle principali piattaforme di realtà virtuale.

Primax: il primo visore VR 8K spunta su Kickstarter

Per quanto riguarda i prezzi, si parla di $499 per il visore 8K nel caso in cui si possiedano già controller e stations, e si sale a $799 per un set di un visore, due controller e due stations. Chiaramente l’hardware richiesto, come detto, è di un certo livello: si parla di una GTX 980 o equivalente come requisito minimo.
Fortunatamente non è la prima volta che Pimax produce visori per la realtà virtuale, pertanto produzione e consegna degli apparecchi sono gestite professionalmente. Per ulteriori dettagli, vi rimandiamo alla pagina kickstarter del progetto.

Fonti: eurogamer, kickstarter

 

Commenti