Sito web di notizie tecnologiche e videogames.

Universal Extractor: Come creare un programma portable.

106

Universal Extractor: Come creare un programma portable.

Ciao a tutti ragazzi, ben ritrovati in una nuova guida di The Zine.it.

Come avrete intuito dal titolo oggi vi mostreremo un simpatico programmino che vi consentirà di creare applicazioni portable, sto parlando di Universal Extractor.

Molte volte capita che cercando su Google un programma da scaricare ci imbattiamo nella dicitura “ Scarica pinco pallino in formato portable” ma che cos’è questo formato portable?

Se ci avete mai fatto caso? Un programma solitamente viene rilasciato tramite un eseguibile che copia i file che vi servono dentro il vostro Hard Disk, questo eseguibile è soprannominato Setup.

Il programma portable, invece, non ha bisogno di nessun setup in quanto viene spesso distribuito all’interno di file Zip contenenti la cartella del programma come se fosse la cartella che trovate nel disco C: del vostro PC.

La differenza sta dunque nel fatto che il programma installato, è fatto per restare nel vostro computer;

Il portable invece, come suggerisce il nome, è fatto per essere trasportato da una partizione all’altra o addirittura da un computer all’altro tramite supporti quali pennine USB, micro SD, HDD esterni ecc..

L’esigenza di avere un programma portable quindi nasce dal fatto che un utente vuole sentirsi libero di poter portare i programmi che gli servono in giro con se senza necessariamente avere il PC.

Ma come avrete sicuramente visto girando per il web non tutti i programmi sono disponibili in questa versione, e spesso, anche specificando nella ricerca di Google : “Download Pinco Pallino Portable” non si trova nulla.

Allora non perdiamo tempo e passiamo subito a come crearsi da se i programmi portable partendo da un setup.

Universal Extractor: Come creare un programma portable.

Come scaricare Universal Extractor.

Universal Extractor è un software gratuito che può essere scaricato dal sito ufficiale (da qui), oppure tramite FileHippo (da qui).

Le funzioni di Universal Extractor non si limitano soltanto alla creazione di programmi portable, infatti questo piccolo programma ha tutta una serie di funzionalità che lo rendono un degno sostituto del famoso WinRar.

Esiste anche la versione portable di Universal Extractor stesso che trovate qui.

Il nostro consiglio e di scaricarlo dal sito ufficiale e di installarlo, perché abbiamo notato che nella versione portable in alcune lingue.

Purtroppo non riuscendo il programma a trovare i dizionari della lingua, al posto delle parole mette “????” in questo modo vi rende incomprensibile ciò che state facendo.

Come usare Universal Extractor.

Questo programma in realtà e semplicissimo.

Una volta scaricato da uno dei link sopra riportati, installatelo (a meno che non abbiate scelto la versione portable) e avviatelo.

Universal Extractor: Come creare un programma portable.

Come vedere l’interfaccia è abbastanza elementare.

L’unica cosa che dovrete fare è selezionare nella prima casella di testo l’archivio da estrarre (.zip, .rar, .exe purché sia un setup, e tante altre estensioni di archivi).

Nella seconda casella invece, non dovrete fare altro che scegliere la cartella che avete creato, dedicata ad accogliere i file estratti.

Come creare un programma portable.

A questo punto avrete sicuramente capito che Universal Extractor è in grado di leggere i setup e installare il programma che volete in una cartella.

In seguito potrete spostare questa cartella con il programma al suo interno senza problemi.

Ma quindi come facciamo?

Facciamo un esempio con un programma la cui versione portable è già reperibile su Google, Ccleaner.

Questo programma è un programma di pulizia che può essere molto utile e quindi potrebbe nascere la necessità di portarselo in giro.

Scaricato quindi il setup di Ccleaner dal sito ufficiale (la guida non è su Ccleaner quindi non vi lascerò il link) o qualunque programma vogliate, creiamo una cartella che si chiama esattamente come il programma.

Universal Extractor: Come creare un programma portable.

Una volta create questa cartella selezioniamo nella prima casella di Universal Extractor il setup di Ccleaner e nella seconda la cartella.

Universal Extractor: Come creare un programma portable.

Cliccando su OK partirà un processo in automatico al termine del quale, se entrate nella cartella scelta, effettivamente avrete il programma installato e l’impressione sarà di essere in una cartella del disco C:.

ATTENZIONE! MOLTI PROGRAMMI, NON VOLENDO AVERE VERSIONI PORTABLE, HANNO INSERITO DEI CODICI CHE IMPEDISCONO A UNIVERSAL EXTRACTOR DI OPERARE, SE CON IL PROGRAMMA DA VOI SCELTO NON DOVESSE FUNZIONARE LA COLPA NON CI APPARTIENE, INFATTI DOMANI STESSO MAGARI CCLEANER METTERA’ QUESTO TIPO DI CODICI E NON SARA’ POSSIBILE EFFETTUARE NESSUN ESTRAZIONE.

Esiste un altro modo di creare un programma portable.

Un altro modo c’è ma il programma ottenuto da questo modo potrebbe darvi dei problemi se lanciato in un PC su cui non sono installate le librerie necessarie al suo funzionamento.

Il modo è il seguente (userò di nuovo Ccleaner come esempio):

Avviate il setup

Universal Extractor: Come creare un programma portable.

Una volta che il setup è avviato, all’interno di esso dovrete trovare la dicitura che indica dove il programma verrà installato fisicamente, e cambiare quel percorso con quello della vostra cartella.

Nel caso di Ccleaner si trova in Personalizza >Altro

Universal Extractor: Come creare un programma portable.

A questo punto scegliete il percorso della vostra cartella e cliccate installa:

Universal Extractor: Come creare un programma portable.

Il setup andrà a buon fine e voi avrete appena creato il vostro programma portable.

La convenienze di questa pratica è che spesso chi diffonde programmi portable già pronti mette all’interno delle loro cartelle dei malware, in questo modo invece creerete il vostro portable direttamente dal sito ufficiale del programma.

Anche per questa guida e tutto, fateci sapere se la guida vi è piaciuta.

Seguiteci su Instagram, su Facebook e ci vediamo alla prossima guida per The Zine.it.

Commenti